Il

format

Il format della gara darà attenzione a tutte le categorie di sportivi: dai bambini, agli amatori, ai top runners.

Nelle scorse edizioni la partecipazione di atleti di primo livello ha visto sportivi provenienti da diverse parti del mondo, in particolare dal Continente africano che notoriamente dà i migliori runners sulla scena internazionale: Kenya, Congo, Marocco, Tunisia.

Nelle scorse edizioni infatti sia in campo maschile che femminile abbiamo visto vittorie da parte di atleti kenyani e marocchini.

La partecipazione italiana comunque è sempre molto qualificata ed agguerrita: infatti diverse sono state le occasioni in cui atleti italiani si piazzavano sul podio.

Le ultime regole sul ranking internazionale delle manifestazioni podistiche, anche sulle 10 km, portano gli atleti di elite a cercare gare omologate di qualità per poter rientrare nelle liste internazionali che gli consentano di partecipare a Campionati Nazionali ed Internazionali organizzati da Comitati Olimpici, Federazioni Nazionali e la IAAF.

La gara di Udine, veloce e ben organizzata, collocata verso fine stagione, diventa pertanto un’occasione ghiotta per molti atleti, nazionali e non, per migliorare la propria posizione nel ranking internazionale, e questo diventa un elemento fondamentale per la visibilità dell’evento e, di conseguenza, della città e degli sponsor.

L’attenzione al mondo amatoriale non è comunque minore in quanto verrà a loro riservata una batteria.

Già negli anni passati gli amatori hanno avuto modo di apprezzare la sfida della corsa nel centro città con tutte le difficoltà che esso comporta, pur essendo molto veloce.

La tempistica dell’evento sarà scandita dallo speaker ufficiale, Maestro di Cerimonie internazionale Stefano Ceiner.